Oltre l'impossibile

OLTRE L’IMPOSSIBILE

Andrea Devicenzi incontra il Tosi

 

Andrea, nato a Cremona nel 1973, all’età di 17 anni perde la gamba sinistra per un incidente stradale.  L’accaduto non gli impedisce di continuare a praticare lo sport che lo appassiona dall’età di cinque anni: il ciclismo. Oggi, forte della sua esperienza, Andrea è un performance coach e formatore esperienziale; lavora con passione guidando le persone a riscoprire le proprie risorse e portarle nella vita di tutti i giorni.

 

LA NUOVA SFIDA DI ANDREA DEVICENZI: IL GIRO DELL'ISLANDA IN BICI.  OVVIAMENTE CON UNA GAMBA SOLA... GALLERY

 

 

Alcuni numeri:

Nel 2010 è stato il primo amputato di gamba della storia a raggiungere in sella ad una bici, la vetta del KardlungLa in India, a quota 5.602 metri.

Nel 2012 vince la medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Paratriathlon in Israele, affrontando la fase di corsa con le stampelle.

Nel 2016 in Perù, affronta per la prima volta un’avventura in completa solitaria, 1.200 chilometri in sella alla mia bici da Lima a Cusco e con le sue inseparabili stampelle #katana i 42 chilometri dell’Inca Trail in 4 giorni nelle Ande per raggiungere il sito archeologico del Machu Picchu.

Nel 2018 ha fondato laDueDue srl, un’azienda dedicata alla produzione di ausili medici per migliorare le performance di atleti e la vita di tutti i giorni delle persone.
Nel 2020, percorre i 930 chilometri della Via Postumia da Grado a Genova, attraversando a “piede” 6 regioni e le zone maggiormente colpite dalla Pandemia Covid-19.
Nel 2022, percorre i 2.220 chilometri del periplo dell’Islanda. Un’avventura incredibile in una terra magica e sfidante, tra vulcani, geyser e natura incontaminata, alla scoperta delle sue terre e della sua gente; il viaggio ha portato alla realizzazione del docu-film “La mia Islanda su un pedale”.

È proprio la visione da parte di alcuni docenti del docu-film su quest’ultima esperienza a portare all’idea di progettare per alcuni studenti un percorso motivante e sfidante al fianco di Andrea.

Nel mese di novembre lo staff di Dirigenza ha incontrato Andrea e con lui ha pianificato un progetto che abbiamo deciso di chiamare “Oltre l’impossibile”.

Il progetto

Andrea ha incontrato gli studenti nell’Aula Magna dell’Istituto Tosi; in questa sede ha presentato la propria storia personale e, dopo aver dialogato con loro, proporrà un’esperienza di dieci giorni al suo fianco in Islanda, un itinerario percorso interamente in bicicletta. Ad affiancarlo ci saranno due docenti dell’Istituto e un collaboratore che li seguirà costantemente con un furgoncino.

La proposta è stata fatta a tutti gli studenti dell’Istituto, non solo ai presenti in Aula Magna;  Andrea ha sottolineato con chiarezza che, per la natura sfidante dell’attività, il progetto richiede che gli aspiranti siano davvero motivati e pronti ad affrontare una prova importante sul piano fisico ed emotivo.

Per questo sé stato richiesto agli studenti aspiranti di realizzare un video motivazionale nel quale hanno dato ragione della propria richiesta di partecipazione. Una commissione interna dell’Istituto ha operato una prima selezione e l’ha consegnata ad Andrea, che attraverso un’ulteriore selezione ha definito i dieci partecipanti al progetto.

L’attività non si esaurirà con l’esperienza in Islanda ma proseguirà con la post produzione del materiale audiovisivo raccolto durante il viaggio. I ragazzi e Andrea, infatti, con la collaborazione della Redazione Digitale dell’Istituto, realizzeranno un docu-film intitolato “Oltre l’impossibile”.

 

Per iscriversi all’evento, compilare il form

Allegati

Evento26marzo[2305843009254109987].pdf